In the devil’s bed

Sconcerto dalla comunità fantasy italiana dopo la diffusione della terribile notizia secondo cui Gamberetta non avrebbe più recensito fantasy italiano dopo aver letto Il Silenzio di Lenth di Luca Centi. La lettura sembra essere stata così noiosa e spossante che la decapade è stata costretta ad assumere dosi massicce di caffè in endovenosa. Da notizie non ancora confermate sembra che il gotha degli scrittori fantasy italiani si sia riunito per festeggiare nel Maniero di Lord Mondador a Segrate. Sempre la nostra fonte ci riferisce che ai festeggiamenti erano presenti sia la Regina del Fantasy Italiano, Licia Troisi che Lord Metallo noto anche come GL D’Andrea. Spiccava l’assenza del grande festeggiato Luca Centi, che sembra essere sparito subito dopo aver letto la recensione. Alcune fonti lo danno già penzolante ad una corda. Insieme alla diffusione di questa notizia, negli ambienti interni al gotha del fantasy italiano, ne è trapelata un’altra, messa in giro da tal Eleas della Real Casa di Insecta. Secondo questo barbuto personaggio il ritiro di Gamberetta sarebbe dovuto all’inizio di una relazione con Mad Dog il Demone Ribelle, fancazzista di fama mondiale. Quindi passiamo la linea al nostro inviato a Castel Oricalco, ai cui microfoni c’è proprio il Demone Cornuto.

“Allora Signor Mad Dog cosa ci dice di questi rumors?”

“Smentisco clamorosamente. Non sono io la causa dell’abbandono di Gamberetta. E’ tutta colpa di Lesth… Length… o come cazzo si chiama quel libro. E sono anche molto deluso dal comportamento di Gamberetta, si può dire tutto di Luca, che ha scritto un libro noioso, senza alcuno stile, non originale, senza pathos, ma non si può dire che si è rifatto le tette, quelle sono naturali, io lo so, ho toccato con mano!”