Mad Dog e le ere del cosplay

Salve miei otaku lettori e miei giovani e gnocche lettrici, sono Mad Dog, il vostro demone cornuto preferito che oggi vi parlerà di un fenomeno che sta monopolizzando l’ambiente del cosplay italico su Facebook. Sto parlando dei gruppi e delle pagine più o meno segreti in cui si parla del cosplay… in maniera, diciamo così, un po’ provocatoria. Maniera provocatoria nel senso che vengono attaccate certe cosplayers e alcuni atteggiamenti dell’ambiente del cosplay. Alcune di queste pagine, inoltre, hanno un intento moralizzatore, perché vogliano svelare e togliere il marcio dal ridente mondo del cosplay. E si dedicano anima e corpo a quest’impresa, senza sosta, sempre sull’attenti e sempre in guerra con qualcuno o qualcosa. Come se non ci fossero cose più importanti da seguire e per cui battersi nel vostro paese tra la crisi economica, gli scandali dei partiti, la disoccupazione giovanile che raggiunge livelli enormi, Berlusconi che si fidanza con una di cinquant’anni più giovane di lui. No, bisogna pensare al cosplay e soprattutto a quella cosplayer americana che fa cosplay tutti scoperti! Dalla mia analisi su questo fenomeno nato grazie a Facebook vorrei proprio partire dalla critica alla nota cosplayer Jessica Nigri. Questa ragazza americana viene accusata di rovinare l’immagine del cosplay, di volgarizzarla facendo cosplay scoperti e mettendo in mostra il suo corpo. Viene paragonata ad una prostituta. Quindi chiedono a gran voce di evitare che le cosplayers facciano questo tipo di cosplay. Ora, io forse sono solo un demone cornuto a cui piace fare cose volgari tutto il giorno, ma mi sembra di sentire una certa assonanza con le parole di quei cattolici estremisti che vorrebbero che nei negozi di intimo non si vendesse la lingerie perché provoca bassi istinti nei maschi. Sono gli stessi che dicono che non bisogna stupirci se una si veste con la minigonna e viene stuprata, perché ha tentato il maschio e l’ha fatto andare fuori di testa. Che sono le donne che devono evitare di farsi stuprare dai maschi e non che bisogna educare i maschi a rispettare le donne ed evitare che diventino stupratori. Tutti questi discorsi a me sembrano fatti da gente scema. Non sono moralisti, sono semplicemente gente scema, sia gli uni che gli altri.  Tornando al cosplay, alcuni li accusano di essere invidiosi perché Jessica Nigri (o chi è l’oggetto del loro attacco, non è l’unica che viene attaccata in questo modo) è più bella di loro o perché è più famosa di loro o perché ha fatto soldi con il cosplay o perché riceve più like delle foto dei loro cosplay. Non è una questione di invidia, lo ripeto, e nemmeno di moralità… la questione è che, chi fa questi tipi di discorsi, e pensa che l’immagine del cosplay possa venire lesa da un costume, è semplicemente stupido e ignorante. Stupido perché non ha i neuroni per capire che dice stupidaggini e ignorante perché ignora di essere stupido. Anche perché limitare il diritto altrui a fare quello che gli pare finché non fa qualcosa contro la legge, sa un po’ di dittatura. Comunque è interessante (e preoccupante insieme) vedere come su internet e soprattutto su Facebook… si riesca a canalizzare le emozioni, soprattutto una forte come può essere l’odio, in maniera assai potente. Ma questi novelli inquisitori del cosplay non si fermano certo qui, attaccano tutto e tutti. Si va dagli attacchi a chi è in carne e fa cosplay, a chi ritocca le proprie foto con Photoshop, a chi usa troppo trucco e finisce per snaturarsi, a chi va in una radio per divertirsi e far divertire… e la lista potrebbe continuare all’infinito. Insomma c’è sempre qualcosa  sui cui devono fare i moralizzatori e i pedanti, non c’è niente che scampi alla loro ira funesta. Come la questione dei cosplayers vips e i cosplayers non vips. Una annosa questione. Una questione idiota. C’è chi dice che ci siano dei cosplayers che si credono dei vips e che si comportano da vip rovinando il mondo del cosplay e ghettizzando tutti gli altri. La realtà è leggermente diversa… probabilmente c’è qualcuno che si crede veramente il più famoso\a cosplayer del mondo e si comporta come tale ma dalla mia personale esperienza nell’intricato e lussurioso mondo del cosplay… beh, tutti i cosplayers supposti vips che conosco sono delle belle persone (dentro poi, alcuni li ho sventrati, sapete com’è… la fame!) e non si comportano da famosi. E’ solo l’invidia, la gelosia, la stupidità della gente che li etichetta come vip. E lo fanno perché questi cosplayers facendo il mazzo tanto, grazie alle loro abilità e alla loro passione sono riusciti a diventare “famosi” nell’ambiente. Quelli che, per un motivo o per un altro, non riescono a diventare “famosi” quanto vogliono, sbraitano contro quelli che sono più noti di loro, per i motivi che tutti sappiamo. L’invidia è una brutta bestia, non quanto gli orchetti di Mordor in intimo, ma quasi. E direte voi e tutti i terribili scandali delle giurie comprate e delle fiere truccate? Cosa ci dici o sommo Mad Dog di questo? Vi dico, cari figlioli, che, sempre parlando della mia esperienza nell’ambiente, sono tutte dicerie, sono tutte bufale. Come quella delle scie chimiche. E che, quando mi scappa, scappa! Poi, cazzo, le due volte in cui Impo è stato in giuria in una gara cosplay nessuno l’ha corrotto e dire che era disposto a farlo. I soldi sono pochi d’altronde! Ma niente, nessuno si è fatto avanti. Una vera e propria disdetta! Io ci contavo in qualche favore in natura, che cavolo. Sarebbe stato interessante truccare anche la gare cosplay. Dopo le elezioni americane e quelle italiane mi manca solo questo e poi quelli del NWO mi danno la medaglia in bario. Sai che figata! Poi, logicamente, c’è sicuramente del marcio nel cosplay, da qualche parte. Chi è senza peccato scagli la prima pietra… … … ma dicevo per dire eh, non vorrei che qualcuno senza peccato mi scagli una montagna addosso. Non sarebbe piacevole. Dai i due casi principali che ho trattato spero di avervi fatto capire una cosa… gli admin di queste pagine, di questi gruppi, di queste pagine, questi chiamiamoli agitatori, provocatori non sono altro che troll. E si sa bene come si combattono i troll con Mad Dog Bang!

maddogbang

Disponibile in vari formati. Scioglie tutti i tipi di troll che potreste incontrare sulla vostra strada. Tenere fuori dalla portata dei bambini e dei dittatori. Dispositivo medico chirurgico-funerario. Dopo averlo usato forse vi servirà un becchino.  Scusate per questa piccola pubblicità ma bisogna pur campare. Con i festini ad Arcore finiti, devo riprendere le entrate che ho perso in qualche modo! Poi, vedete, io non mi capacito che un hobby come il cosplay venga così estremizzato e polarizzato. Il cosplay è divertimento, il cosplay è svago, vivetelo come tale. Inoltre vietare alle belle ragazze di fare cosplay sexy porterà all’estinzione degli otaku. Gli otaku, infatti, come ho scritto altre volte, sopravvivono grazie a queste  belle ragazze che si donano alla causa. Senza questi cosplay gli otaku scomparirebbero. E ci sarebbe una nuova e gravissima crisi mondiale. L’ultima. Sarebbe la fine del mondo! La volete la fine del mondo? Mica sarà bella… eh niente Apple, niente Facebook, niente gare di cosplay da polemizzare, niente anime e manga, niente parrucche che rimangono in dogana per anni. Solo tanta morte e distruzione. Che per me è lo stesso, sono un demone cornuto io! Però voi cosplayers dovete essere solidali, leali, fra di voi. Come disse il primo cosplayer del mondo, Karl Marx, “Cosplayer di tutto il mondo unitevi!” (Al tempo non era ancora d’uso il termine cosplayers al plurale… sapete gli antichi…) Perché non lo sapete che Marx fu il primo cosplayer del mondo? Fece il cosplay di Babbo Natale, oh è uguale, si è fatto crescere pure la barba uguale! Poi i giapponesi hanno preso possesso di questa moda. Marx nei suoi scritti, sempre mal interpretati, si è riferito al cosplay ogni volta. La lotta di classe infatti è tra i cosplayer e i nerd, i geek, gli organizzatori di fiere e i civili normali. E’ chiaro lampante, che Marx fosse un cosplayer. Guardate ho trovato anche un documento, verissimo al 100%, che denota questa mia importante e sorprendente rivelazione!

marxcosplayDopo questa rivelazione, che so farà tremare i vostri cuori, mi congedo da voi dicendovi ancora fregatevene di tutto. Divertitevi. Svagatevi. Scopate. Perché la vostra vita è una sola. Ed è pure corta. Insomma godetevela. Poi se ci metti qualcuno che per errore rilascia un virus zombie da un laboratorio segretissimo, beh la vostra vita potrebbe essere molto più corta. E ricordate don’t feed the trolls. A meno che tu non sia un demone cornuto… in quel caso… MUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Non sono stati maltrattati o uccisi cosplayers per realizzare questo post.