Game of Thrones 2×07

Sono in ritardo con il post lo so, ma ho avuto alcuni contrattempi come aver comprato il nuovo “pezzo” del nuovo libro di Martin e quindi sono impegnato. Dannata sia la Mondadori quando divide così i libri. E dannato sia io che poi tanto li compro. Passiamo all’episodio, le scene che mi sono piaciute di più sono quelle tra Tyrion e sua sorella Cercei, quando la Regina si confida ed ammette che il suo primogenito è un sadico coglione. Tutta la scena è stata sublime, soprattutto il fatto evidente che Tyrion volesse consolare la sorella ma non riuscisse a farlo a causa di tutto che ha passato nel corso della sua vita. Poi io ormai adoro Lord Tywin è fantastico, il suo dialogo con Arya, gli sguardi che si lanciavano, il fatto che lui abbia capito che Arya sia di nascita nobile … ecco preferisco di gran lunga questo Tywin a quello dei libri, così tanto che… beh penso abbiate capito. Invece da altri parti notiamo il ritorno in pompa magna di Jaime che per scappare non esita ad uccide suo cugino ser Alton. Anche questo dialogo tra loro due è davvero bello, denso di significati. Bello davvero. Come anche il dialogo\scontro tra Jaime e la odiosa “non vedo l’ora che schiatti” Catelyn. Bella poi la sorpresa, al di là del mare, di Xaro e del maghetto Pyat Pree (e anche in questo caso il personaggio acquista uno spessore molto maggiore rispetto al libro). Mi stavo quasi dimenticando merita anche menzione il dialogo tra Sansa e Cercei, interessante perché, insieme alla scena con Tyrion, ci fanno capire meglio il personaggio. Cosa c’è altro da dire? Theon fa la figura del coglione così come Jon. E per me i due bambini Stark sono tornati indietro e si nascondono a Grande Inverno. Se sono andati avanti si viene a rovinare una bellissima scena dei libri. Comunque sinceramente, come ha detto Tanabrus, lascia molto a desiderare come hanno gestito la storyline di Theon e della sua conquista di Grande Inverno. Per concludere spero che la finta sorella di Theon, Yara muoia e torni la vera sorella cioè Asha che è decisamente più gnocca e cazzuta. Dance with Dragons docet!