Erotico Nero & Bugs – Gli insetti dentro di me

Alla Lucca Comics & Games della scorsa settimana ho comprato vari fumetti e, con questo post, vi voglio parlare di due fumetti in particolare cioè di Erotico Nero e di Bugs – Gli insetti dentro di me. Il primo è una raccolta di tre storie erotiche ed uno dei racconti, l’ultimo, è scritto da Adriano Barone, l’autore di Arlecchino, mentre è disegnato da Valentino Biagetti, le altre storie sono scritte e disegnate, rispettivamente, da Susanna Raule e Simone Buonfantino e da Valentino Sergi e Dario Viotti. L’altro fumetto invece, è sempre opera di Adriano Barone ed è disegnato da Fabio Babich. Entrambi i fumetti mi sono piaciuti molto. Le storie di Erotico Nero sono tutte interessanti, disegnate molto bene, soprattutto la seconda che è la mia preferita tra le tre presentate in questo volume. Affrontano poi una tematica, l’erotico in salsa noir che in Italia è una sorta di tabù (oddio ad essere chiari qualunque forma di erotismo e sessualità che non sia conforme alla distorta morale cattolica viene visto come un tabù, ma se continuo di questo passo il post diventa polemico, religioso e politico, quindi la finisco qui…). Sicuramente la storia più… provocatoria, in un certo senso, è proprio quella di Adriano, che difatti è piaciuta molto ad un demone cornuto di nostro conoscenza. Anch’io l’ho trovata una bella storia, sicuramente interessante e… almeno per noi maschi, molto dolorosa, ma non voglio farvi troppi spoiler. Riassumendo, il volume mi è piaciuto molto e vorrei leggere altri volumi con storie di questo genere. Per quel che ho detto prima, forse, per chi è cattolico è meglio non leggere il volume, potrebbero avere un infarto… o… peggio! Passiamo a parlare invece di Bugs – Gli insetti dentro di me, ma prima di dire qualunque cosa, voglio ringraziare il disegnatore per il bellissimo disegno che mi ha fatto a Lucca. Vabbé già che ci sono ringrazio anche Adriano per le dediche ad entrambi i volumi e per avermi fatto passare dei momenti molto divertenti a Lucca. Non vi racconterò molto della trama per non fare troppi spoiler, comunque è la storia di ragazzo Ulisse… ma vi faccio raccontare tutto da lui…

E’ una storia di insetti, si, lo so, sembra strano dirlo, una storia di insetti quindi… e di evoluzione e di amore. Lo so non ci state capendo una mazzafionda ma senza voler far spoiler è difficile spiegare cosa mi è piaciuto di questo fumetto. Sicuramente il comparto grafico (avete visto quando voglio anch’io posso usare paroloni per indicare qualcosa di estremamente semplice, perché lo faccio? Fa figo!), i disegni di Babich sono davvero belli e dinamici, non hanno nulla da invidiare alle produzione della Marvel, per fare un esempio, poi disegna gli insetti davvero bene! Passando alla storia… una delle cose che mi sono piaciute molto le scene in cui appare il Grillo Parlante in cui ci spiega, con fare saputello, alcune cose sugli insetti, sono inserti assai istruttivi e simpatici. La storia poi è originale e divertente con un retrogusto mitologico… (se ci pensate bene, alla fine… non faccio spoiler, ma finita la lettura mi ha ricordato qualche mito greco…). E’ una storia, come ho scritto, che parla di amore ed evoluzione, di cambiamento. E’ una storia che fa riflettere e che fa anche divertire, dinamica. Che posso dire di più? Compratelo, che poi Adriano deve anche finire di pagare il mutuo, quindi fate pure un’opera di bene! Riassumendo Bugs – Gli insetti dentro di me è un fumetto divertente, particolare e intelligente. Sicuramente dopo averlo letto vedrete gli insetti in maniera assai diversa… o forse no!