Game of Thrones – Episode 8

Ok vi direte ormai fra poco esce il nono episodio… è che non avuto il tempo né la voglia per scrivere questo post durante la settimana, quindi lo scrivo ora. Come faceva notare il prode Tanabrus nel suo post, questo episodio ha qualche cosa che non torna, o che comunque non mi è piaciuta molto neanche a me. Oltre alla cronica presenza nulla o quasi dei metalupi (che oltretutto sono pure piccoli… ci sono cani lupo più grossi di questi metalupi!) le scene che mi hanno fatto storcere il naso sono, come ha detto anche il mio amico pisano… ops lucchese!, sono quella con i vassalli di Robb che, anche secondo me, si svolge troppo velocemente, cioè… dovrebbe essere più dura portare in guerra i vassalli del padre. Oltre a questa scena, sinceramente a me non sono piaciuti due cambiamenti, il primo che Sansa non fa la coglionata di dire tutto alla regina, io avrei preferito. Giustificava l’odio che noi tutti proviamo per lei, era la scena migliore per il suo personaggio. L’altra scena cambiata che non è mi è piaciuta è quella di quanto il khalasar di Drogo conquista la città. La scena doveva essere più violenta, le donne dovevano essere violentate invece l’hanno edulcorata troppo. Capisco che per una serie tv bisogna adattare le cose, però avrei preferito più violenza, che avrebbe contestualizzato meglio quello che succederà in futuro. Per il resto come al solito superlativo Tyrion come anche Arya e il suo maestro Syrio Forel. Per i nuovi arrivi devo dire che, sarà che è stato presente nella terza stagione di Torchwood, mi è piaciuto Ian Gelder nella parte di Ser Kevan Lannister. Mancano solo due puntate al finale di stagione… e anche se quest’episodio, che è proprio quello scritto da Martin, poteva essere meglio, la serie, per ora, è tra le migliori che sto attualmente vedendo.