Mad Dog intervista Borgo

Davanti a te si trova quel che rimane del palco dell’ultima Lucca Comics & Games, macerie, calcinacci, ossa, logori vestiti, ingombrano ogni spazio possibile. Spaziando la vista vedi la città che ospitava la più grande kermesse del fumetto in rovina. Edifici sventrati, crateri per le strade, un placido fiume di lava che scorre alla base delle antiche e vetuste mura. Ai tuoi piedi trovi resti di cosplay di ogni foggia. All’improvviso senti partire una musica, una che purtroppo conosci bene, quella di Naruto, infatti sul palco compare il famoso ninja protagonista del famoso manga tanto osteggiato da una parte dei cosplayers. “Io diventerò il nuovo hokage! Sarò il più forte dei ninja!” Ti urla. Come se a te fregasse qualcosa. Ti accorgi anche che sul palco si sta formando un pentacolo di sangue da cui poco dopo emerge in tutta la sua virilità demoniaca Mad Dog, il demone cornuto. Il tuo intervistatore ti guarda un attimo poi riporta la sua attenzione sul ninja.
“Vediamo che sai fare mezzasega di un ninja, scommetto che Nino, il mio amico ninja ti farebbe a fette in un secondo! Il tuo gatto a nove code non mi fa mica paura!” urla con la sua voce gutturale il mostro scagliandosi contro Naruto.
Dopo circa un minuto lo scontro è finito. Mad Dog si è pappato tutto il ninja, compreso di trasformazione in gatto ehm volpe a nove code. Il demone rutta sonoramente emettendo anche fiamme dalla larga bocca, poi con un sol balzo arriva davanti a te.
“Allora che ne dici? Ti è piaciuto il nostro numero? Vinciamo al Romics per andare al WCS?” esclama il diavolo rosso alitandoti addosso una zaffata di aria fetida.

Beh considerando che non sei più in coppia, il wcs forse te lo sei giocato, però hai vinto come miglior interpretazione.

Secondo te non trovo qualche altro sprovveduto cosplayer che farà coppia con me?

“Allora Borgo o ti dovrei chiamare con il tuo vero nome cioè… come cazzo ti chiami non me lo ricordo, però ecco sei un cos… – Mad Dog si ficca un dito nell’orecchio, rimesta pensoso, tira fuori il dito coperto di cerume giallognolo e poi lo succhia con fare meditabondo – dalla regia mi dicono che non sei proprio un cosplayers. Ma insomma bazzichi questo mondo pieno di tradimenti, invidie, falsità, morte… C’è qualcosa di buono nel cosplay? Vabbè oltre alle fighe che vanno in giro in mini costumi pure a novembre. Che fanno tanto felici voi nerd….” E il demone ti fa un sorriso sornione.

C’è qualcosa di buono nel cosplay oltre che il tripudio di belle ragazze? Vale dire NadiaSK? Scherzi a parte se uno ha fortuna e sa scegliere con cervello, trova anche dei buoni amici e una ottima compagnia.

Invece se non ha cervello trova le arpie che parlano dietro le spalle e complottano!

“Ci spieghi come mai voi che state nel mondo del cosplay odiate così tanto i cosplayers che fanno i costumi di Naruto? Non sarà mica perché è un manga idiota, banale e poi perché anche un cane potrebbe fare quei cosplay vero?”

Naruto è un po’ come mangiare polenta tutti i giorni. Dopo un po’ da la nausea. Onestamente ce ne sono tantissimi di costumi ripetuti una infinitià di volte, ma forse Naruto salta più all’occhio, sarà perchè basta veramente poco per essere un ninja al giorno d’oggi. Naruto mi piaceva come serie, ma è diventato troppo beautiful, troppo lungo, troppi incroci, troppe irrealtà nelle irrealtà l’hanno reso stopposo e insapore.

In effetti stanca. Poi ha questo sempre il solito sapere di volpe spelacchiata…

“Ho saputo che recentemente c’è stato un furto di un costume che ha scosso l’intera comunità dei cosplayers! Non si era mai caduti così tanto in basso, arrivare addirittura a rubare un costume così bello solo per vincere una gara o per chissà quale altra losco scopo. Come guardarsi alla specchio e vedere quanto si è fighi con un costume così fatto bene… Sono azioni che non si devono assolutamente fare!” Mad Dog si interrompe perché sente vibrare il suo cellulare, da una tasca nascosta in un posto che tu non vuoi nemmeno immaginare estrae un Blackbarry e risponde alla chiamata. “No. No. Ma le sembro Francesca Dani io? Gli ho fregato questo cesso di coso per vedere se aveva foto porno del suo ragazzo. Manco una. Che schifo. Lei è un ladro. Io ho solo preso in prestito qualcosa da una che conosco solo di fama. Bastardo lo dice a sua sorella! Ah come… non l’aveva detto. Sa problemi di ricezione. La sento male. BZZZZZZZ.” Il demone quindi distrugge il Blackbarry con una semplice stretta della sua mano artigliata. “Allora cosa dicevamo Borgo… ecco si il furto. Roba brutta. La prossima volta che faranno assolderanno me per ammazzare qualche rivale? Questo cosplay non sta diventando troppo competitivo? E’ solo un fenomeno italiano o è anche di altri paesi? Dico del fatto dei furti e degli ammazzamenti…”

Onestamente non ho mai assistito a furti e ad omicidi in altri paesi. Forse perchè non li fanno o forse perchè sono più bravi di noi a nasconderli e a farli. Non saprei perchè si arriva a tanto. Sicuramente la competizione fa bene in ogni ambito, porta a superare sempre i propri limiti. Forse per qualcuno il superamento del limite era solo commettere un reato. Indossare un costume non dovrebbe essere così tanto spaventosamente competitivo. Ma si sa, per soldi e per fama (i giornali di gossip insegnano) diventiamo un po’ tutti mercenari.

Comunque se qualcuno di voi è interessato, il metodo di pagamento è il solito, una cosplayer in pegno ed io faccio tutto quello che volete, pure il finto fattorino!

“Si fa molto parlare di una cosa chiamata Rieducational Cosplay Cannel… o era Rincogninazional Cosplay Cannel… vabbè non ricordo, insomma di ‘sta cosa di cui tu sei uno dei principali e forse nonché unico malvagio artefice. Cos’è? Cosa si prefigge?”

Si prefigge di divertirsi, parlando degli argomenti che sono sempre un tabù per tutti. Le sfere della sessualità e del denaro uniti all’ambito del cosplay generano una infinità di argomenti. Onestamente non so quanto Rieducational Cosplay Channel riuscirà a sfondare nel mondo, sicuramente chiunque voglia prendersi in giro, gli piace non esser troppo serio e a non prendere troppo sul serio il cosplay saprà apprezzare le innumerevoli cazzate che raccontiamo.

Beh allora io e Impo saremmo ben accolti!

“Domanda classica, come sei entrato nel dorato mondo del cosplay? Te non sei proprio un cosplayers… ma sei dentro lo stesso… Io sono entrato grazie ad Impo. Amo questo mondo. Tette e culi al vento in ogni stagione!”

Mi trovi d’accordo con te.  Onesto al 100% nel cosplay ci sono entrato per le innumerevoli bellezze italiche in primis, e poi ho allargato la vista anche su quelle straniere. Beh che dire di più…

Se non… no Mad Dog, no party! Quindi invitami ai festini….

“La cosplayers o il cosplayers che ti porteresti a letto senza pensarci due volte…”

Sicuramente Namada o Kipi, cosplayer giapponesi più belle che abbia mai visto.

Vado a vedere queste bellezze nipponiche, vediamo se sono bonazze come dici!

“Secondo il tuo personale punto di vista da nerd… come si sta evolvendo il cosplay in Italia? In quale direzione? Non ci sono un po’ troppe fiere idiote? Ormai è un proliferare di questi mini eventi si arriverà anche al Porchetta Cosplay di ‘sto passo! E non va a scapito delle grandi fiere? Non è meglio fare pochi eventi clou invece di tanti fatti da schifo?”

Io sono sempre per il pochi ma buoni. Odio profondamente ogni nuova fiera che nasce. Ogni nuovo evento di paese. Primo perchè sono pressochè ridicoli, soprattutto alle prime edizioni e non raggiungeranno mai la dimensione di eventi quali Expo-japan parigino o il comicon di San Diego. Li trovo ridicoli perchè ormai si sa, il fiuto di fare business sul mondo nerd-otaku c’è da troppo tempo. Meglio concentrare sforzi e risorse (economiche in primis) per creare eventi di portata, con numerose guest star e un mercato invitante. Anche perchè spesso andare alle fiere di fumetti & Co. È come andare in una fumetteria, a parte rari casi di convenienza, i prezzi sommando il costo complessivo della trasferta non ne vale la pena.

Mi trovo d’accordo! Sei saggio Borgo. Probabilmente la tua massa cerebrale è commisurata alla lunghezza del tuo naso, sennò non si spiega questo acume!

“Ecco la domanda che tutti ti vogliono fare da quanto ti conoscono… ma quante sigarette fuma Nadiask in un giorno?”

Innumerevoli. Se devo fare una stima molto approssimativa… saranno due pacchetti a giorno. Non li ho mai contati onestamente.

E se gli nascondo le sigarette cosa succede?

“Quali sono gli ultimi gossip del fantasticamente psichedelico mondo del cosplay italico?”

Gli ultimi gossip sono che … è pieno di merda, ma ogni tanto qualche fiore nasce. Dai, non pretenderai che ti svelo i gossip e mi frego così il materiale per Rieducational Cosplay Channel!

Ok, visitate quel sito. Ma non ci sono io. Quindi non è figo come me!

“Dici che qualcuno mi potrebbe accettare come testimonial del loro evento di cosplay? In fondo chiedo poco una cosplayer bonazza in pegno, ne avete molte, una in meno o in più non cambierà nulla!”

Con questa crisi che c’è, bisogna mettersi in fila. Ci sono tante aspiranti vallette/veline che per meno sono pronte a fare da testimonial.

Ma io posso fare tante belle cose, tipo ammazzare il pubblico!

“C’è chi pensa che Giorgia Cosplay e Francesca Dani, abbiano sfondato nel minchia non mi viene un’alta definizione figa per il cosplay… vabbè abbiano sfondato nel cosplay e ormai vivano di quello… ma la realtà invero qual è? C’è qualcuno che ci vive con il cosplay? Vogliamo sfatare questo mito e far finire finalmente questa moda seguita da tante sbarbe solo perché pensano così di diventare famose come la mia Belen?”

Il cosplay è un hobby che per definizione sono costosi e nei quali si investono soldi. Creare un impero che ti faccia diventare ricco facendo un hobby è molto raro. Nel caso di Giorgia non credo che viva di cosplay, sicuramente Francesca dato che la conosco meglio, no di certo. Si fa letteralmente il culo in azienda tutti i giorni, come tutti noi comuni mortali. Non necessariamente essere net-idol o “famosi” del cosplay porta denaro. Non solo io, ma tutti quelli con un po’ di sale lo continuano a dire. Onestamente credo che tutte le veline che vogliono sfondare nel cosplay seguendo gli esempi di colonne di questo settore vogliano solo viaggiare gratis per il mondo, dimenticandosi che è una immensa sfacchinata e non è tutto rose e fiori.

Secondo me un modo per sfondare nel cosplay è mostrare le tette!

“Ma smettiamola di parlare di qualcosa di così futile come il cosplay invece parliamo della ricaduta psicologica che l’attuale crisi economica mondiale sta provocando nei ceti medi e meno abbienti dell’Occidente. Quali devono essere le strategie che i governi occidentali devono attuare per porre rimedio alla situazione? Ah dimenticavo, sei un nerd quindi non sei connesso alla realtà, per te sarà tutto un Final Evangelion Ball… parliamo di altro và… allora sei stato al WCS mi sembra, l’hai visto, sei stato in Giappone, com’è stata quest’avventura in un paese molto diverso dal vostro, dove mangiano solo riso e pesce e dove vige la dittatura comunista? E soprattutto sono davvero così cattivi e sadici come si dice gli hooligans giapponesi?”

Piccola premessa sono nerd, ma coi piedi ben in terra, seguo costantemente i quotidiani e telegiornali. Voglio sempre essere informato del mondo che mi circonda. I giapponesi sono il popolo migliore del mondo quando si trovano a contatto con uno straniero. Mai trovata tanta cortesia e onestà. Ti coccolano sanno farti sentire a casa, e pure la mafia sembra una cosa bella in giappone. Puliti e ben organizzati XD. Tuttavia è un paese dove non ho visto emozioni per strada… solo una coppia che si teneva per mano è veramente difficile vedere gente che mostra affettività in pubblico. Sono esageratamente ligi alle regole, ma ho constatato che si vive meglio se tutti rispettano i regolamenti.

Devo andare in Giappone e far arrivare un po’ di vita e divertimento tipicamente targate Mad Dog!

“Ti faccio i nomi di alcune cosplayers famose in Italia, cosplayers maschi famosi non ne conosco, comunque ecco i nomi, dicci cosa ne pensi di ognuna in una sola parola:
Francesca Dani :
tagliente
Nadiask : tesoro
Giorgia Cosplay: propositiva
Aurarinoa : twitteromane
Lilletta : freddolosaaa
Giada Robin : non ho idea di chi sia
Lady Drocell : indecisa
Hellena : non ho idea di chi sia
Mogu : astuta
Ryuki : appassionata
Amy Cosplay : dolce
YumeHikino… Kinino… Striknino… quella che fa sempre il cosplay di Resident Evil…. : tenace
ed infine Kanon!” : ehi avevamo concordato niente maschi!

Ah avevamo detto niente maschi? Davvero? Non lo ricordavo…

“Si dice che parteciperai insieme a… Rossella Vittielo in arte Yumechicavoloseloricordocomecontinuailnick al Romics per cercare di vincere per il WCS. Allora cos’è il WCS? Non è sta per WC Strambo vero? E’ un torneo mondiale in stile Mortal Kombat o altro? E cos’è il progetto super segreto che state portando? Quale cosplay fate? Mi pagate per corrompere la giuria?”

WCS è un incontro tra ragazzi di vari paesi e culture. È un continuo scambio di opinioni e amicizie. Il WCS non è una gara, è un evento televisivo, il vero WCS è la notte, è la sera assieme a bere a gioire a ridere, il vero WCS è nell’albergo a colazione, quando ci si incrocia, quando ci si vede finire i costumi nel corridoio dell’albergo, quando ci si vede in ascensore… il vero WCS è notare che si può vincere anche avendo armi in carta stagnola.

Niente sangue, sesso e droghe? Eh allora non mi piace!

“Com’è possibile che ci siano dei pervertiti che si cercano su Google le immagini di Giorgia Cosplay nuda? Chi può essere così idiota da pensare che una metta le sue foto nuda su internet? Ma perché non fanno come faccio io e gli rubano il pc? Per esempio io ho fregato il pc di Aurarinoa, però non c’erano sue foto nuda… ma se vuoi ti posso dire chi ha ucciso JFK, non avrei mai pensato che fosse coinvolto Elvis! Comunque mi stavo dimenticato… non è che hai sottobanco alcune foto del tizio vecchio che fa sempre Gandalf al Romics… nudo ovviamente, a qualcuno attizza. Al mio amico… Balorg… Baldrog… Baaldrac… il tizio infocato… hai presente, quello con la frusta… il feticista… ”

Il porno piace, internet è nato e sviluppato per il porno e solo grazie al porno. Diciamolo senza tabù e paure. Se uno è nerd cercherà la cosa più porno che ci sia nel suo settore di interesse. Comunque credo che nell’universo almeno una persona che mette le sue foto nuda ci sarà da qualche parte.

Ma infatti! Hai ragione! Voglio i porno cosplay!

“Perché non organizzare, per fare soldi ovviamente, dei corsi di dizione, grammatica e di italiano per le cosplayers? Ti posso assicurare, date le interviste di Impo, che parlerebbi meglio io l’italiano di quelle sguattere che lui intervistabbe sempre! Usabbero tutto quel linguaggio da sms, senza maiuscole dove servono, con emoticons, sorrisini, cazzini e faccini… Allora cosa te ne parrebbe della mia proposta indecente?”

Io dopo GTO e dopo una serie infinita di hentai scolastici, ho sempre sognato di fare l’insegnate di una scuola solo per ragazze. Adorerei vedere le mie scolarette in divisa e sarei pronto ad insegnare gratis a tutte loro, a parlare e a scrivere in italiano. Tuttavia il problema è a monte, nelle nostre scuole.

Io sarò il direttore di questa scuola. Voglio che l’apriamo. Ora!

“Dicci la verità… cioè che è solo bisbigliato ai vostri eventi da nerd sul cosplay e detto dietro le spalle… è vero che Giorgia Cosplay e Francesca Dani si sono rifatte le tette ma soprattutto quello che vogliamo sapere è se è vero che Masaki Kenesocomesichiama si è rifatto i bicipiti! Rispondi o taci per sempre. Non c’è bisogna che ti dica cosa succederà se taci vero?”

Se fosse vero, per i miei gusti in fatto di tette, chiederei un rimborso al chirurgo. Penso che sia tutta roba naturale al 100%, come si dice: come mamma le ha fatte. Invece di Masaki mmm sarà l’allenamento modello Sparta per WiiFit di by Masaki? Boh ancora non ho comprato quel gioco come ben si vede 🙂

Io devo rivelare che i bicipiti di Masaki attizzano assai…

“Una tua grande passione è quella per un personaggio di Evangelion, una certa Rei, insipido clone senza molta personalità che muore varie volte… cosa ti attira di questo personaggio? Le tette grosse? E’ vero che il tuo sogno più piacevole è quello di trovarti nel letto una cosplayer mezza nuda che fa il cosplay di Rei?”

Si lo ammetto, avere una ragazza identica a Rei sarebbe un sogno. Vorrei che la clonazione umana con anche modifiche genetiche venga sviluppata e realizzata. Adoro Rei perché è quasi sempre impassibile agli eventi, è servizievole, non protesta, non parla, non ha difetti… la donna ideale.

Beh è anche la mia donna ideale allora!

“Qualcuno si potrebbe chiedere, ma voi che state nel mondo del cosplay che razza di lavoro fate per guadagnare così tanto da andare in tutte le fiere più importanti dello stivale?”

Ci spacchiamo il culo a quattro, ecco il lavoro che facciamo. Personalmente raccatto ogni lavoro in giro, non mi vergogno a fare tutti i lavori del mondo. Ho fatto quasi sempre turni da 12-16 ore di lavoro pur di avere i soldi per fare quello che mi pare. Poi seleziono sempre gli eventi. Personalmente in Italia girerò poco, gli eventi che ci sono non valgono i soldi spesi. Meglio l’estero. Come detto prima: “Pochi ma Buoni”.

Beh è comodo essere un demone cornuto, sono io che spacco il culo agli altri!

“Sei su una torre con tre tue amiche, devi buttare giù una persona per salvare il mondo, non ti può buttare te non vale. La persona che viene buttate muore. Quindi non fare trucchetti del cazzo o ti squarto… Allora le persone sono Nadiask, Francesca Dani e Lilletta. MUAHAHAHHAHAH”

Avrei un motivo valido per buttar giù tutte e tre. Se butto giù NadiaSK il valore di mercato di tutti i gadget che ho suoi salirebbero alle stelle e diventerei ricchissimo rivendendoli. Se butto giù Francesca la libererei per sempre dal problema delle tasse e di dover pagare qualcosa. Se butto giù Lilletta è solo per vedere se è stata una brava ragazza o nasconde un lato oscuro, una volta visto dove andrà a finire.

Tutti buonisti con questa domanda….

“Purtroppo sei morto. Stai ammirando la versione a dimensioni naturali in granito di Rei che ti sei fatto costruire che ti hanno appena consegnato. La visione è così bella che muori sul colpo. Come sarà il funerale?”

Il mio funerale? Sarà semplice, senza fiori, senza niente. Qualche amico, sicuramente Nadia e la mia compagnia. Le mie ceneri sparse sul Monte Fuji. Io sarò ovunque, non ho bisogno di una lapide che mi ricordi…

Ed io come damigella d’onore! Le damigelle d’onore sono per i funerali vero?

“Hai la possibilità di assumermi (gratis) come killer prezzolato, chi fa fuori?”

Non assumo mai killer, le mie vendette preferisco fare da per me.

Ma io facevo un lavoro pulito, pulito… cioè quasi… beh no pulito pulito no, però… un lavoro perfetto ecco!

“Allora caro Borgo dal naso sporgente, cosa ne pensi di me il demone più sexy, cosplayeroso e sadomasochista che esista?”

Geloso del mio imponente nasone? 😛 di te penso che sei veramente uno scassacoglioni, ma che mi piaci per questo. Le tue interviste sono veramente difficili e senza mezze misure.

Non sono mica un panzone nerd occhialuto leccaculo brutto che intervista cosplayers per il sito di cosplay, io…

“L’intervista è finita. Fai le tue considerazioni finali se vuoi. Ma sbrigati. I governi occidentali e non di questa realtà alternativa alla tua stanno per sferrare un attacco nucleare ad ampio spettro qui a Lucca. Non è mica colpa mia se c’era la fila al Ramen… e che cazzo… mi sono un po’ arrabbiato. A giusto per la cronaca, quello che stai schiacciando con il piede è il cranio sfracellato del tuo io di questa realtà. Pensavo volessi saperlo! MUAHAHAHHAHAHAHH!”

L’ultima volta che ho risposto all’ultima domanda è successo un casino, sto giro passo, grazie! 😛

Ok, ora allora ti devi fare vicino vicino a me, ci dobbiamo stringere forte, forte, come due opossum in calore così torniamo a casa. MUAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAH!