I libri più belli che ho letto nel 2014

Ormai quest’anno è quasi finito ed è tempo di classifiche, come lo scorso anno io mi dedico alla classifica dei libri più belli che ho letto in questo 2014. I libri sono in ordire di lettura. Ecco quindi una decina di libri, trai i sessantacinque che ho letto quest’anno, che ho particolarmente apprezzato.

Ang2 cover bassa

1) “Le Notti di Salem” di Stephen King

Il Re colpisce ancora. Ho adorato e divorato questo libro di vampiri. Penso che sia uno dei migliori di Stephen King.

2) “Grandi Speranze” di Charles Dickens

Questo è libro è stato una delle sorprese di questo 2014. Non pensavo che Dickens mi potesse piacere così tanto. Di lui avevo letto solo “Canto di Natale” che adoro ma non pensavo affatto fosse così bravo. Ho altri suoi libri, in programma, da leggere nel 2015 e non vedo l’ora!

3) “Incontro con Rama” di Arthur C. Clarke

Un classico della fantascienza che ho apprezzato davvero molto. Interessante, particolare. Consigliato!

4) “L’Ombra del Vento” di Carlos Ruiz Zafòn

Era da tempo che volevo leggere qualcosa di questo autore e un bel regalo è stato l’occasione giusta per iniziare. Mio padre ha altri libri di questo autore spagnolo e penso che li leggerò durante l’anno nuovo.

5) “Il crepuscolo della Terra” di C. J. Cherryh

Oltre a questo libro, di questa autrice di libri fantasy e sci fi, ne ho letto un altro, “Gli Invisibili“, che ho ugualmente apprezzato molto. Questo “Il Crepuscolo della Terra” è un bel libro di fantascienza che descrive la vita in varie città del nostro pianeta quando ormai la Terra è un pianeta molto difficile da abitare…

6) “Carrie” di Stephen King

Altro grande libro del Re. L’avevo letto molto tempo fa, mi sembra, che ho voluto rileggerlo dopo aver visto il film nuovo che non rende affatto giustizia a questo bel romanzo.

7) “Ubik” di Philip K. Dick

Probabilmente uno dei migliori libri che ho letto quest’anno e che ho letto in generale. Bello, strano, particolare. Dick colpisce ancora. Ho in programma di leggere, presto, altri suoi libri. Non vedo l’ora!

8) “Angelize II – Lucifer” di Aslinn

Con questo tomo si conclude degnamente la saga di Angelize iniziata l’anno scorso. Scopriamo qualcosa di più su Lucifero, e si concludono tutte le trame iniziate nel precedente libro. Aislinn è bravissima e ho apprezzato molto anche questo volume finale di Angelize.

9) “Cronache del Mondo Emerso – Le Storie Perdute” di Licia Troisi

E dopo dieci lunghi anni si torna nel Mondo Emerso. Ho un bel ricordo delle Cronache e delle Guerre, meno delle Leggende, forse perché ormai ero un lettore più “adulto” e più smaliziato. Ora sono molto più selettivo e difficile da accontentare di prima ma sono stato totalmente preso da questo ritorno in campo di Nihal in queste storie perdute. Ho nostalgia del periodo in cui ho letto le sue avventure e leggere di nuovo di lei è stato bello.

10 ) “Mai toccato da mani umane” di Robert Sheckley

Altra grande sorpresa di quest’anno. Mi avevano consigliato quest’autore e da tempo avevo trovato due suoi Urania al mercatino ad un prezzo scontato. Quindi ho deciso di iniziare a leggere i racconti prima del libro vero e proprio che ho di questo scrittore cioè “Gli orrori di Omega“, che è un bel libro. Ho apprezzato molto questi racconti di fantascienza ma molto ironici e divertenti. Consigliato!

11) “Lockwood & Co – La scala urlante” di Jonathan Stroud

Stroud è tornato ai fasti di Bartimeus. Dico solo questo per far capire quanto abbia apprezzato questo libro. L’ho finito in pochissimo tempo perché preso dalla storia, dalla scrittura e dal mondo in qualche modo assai plausibile che ha creato l’autore inglese. Aspetto con ansia che la Salani pubblichi anche in Italia il seguito.

12) “Gray” di Francesco Falconi

 Questo è stato l’ultimo libro che ho letto quest’anno. E’ un regalo di Natale (che avevo scelto io xD). Francesco è una sorpresa, ogni volta cambia genere, storie, e i suoi libri, però, rimangono sempre molto validi, interessanti. Ho divorato questo libro in pochi giorni. Adoro il Gray di Oscar Wilde e questo libro di Francesco, per quanto ne sia un evidente omaggio, si discosta e reinventa quei personaggi in maniera particolare con una storia molto avvincente ed interessante. Davvero un bel modo per finire il 2014 letterario in grande.

Ok, ho barato, sono dodici libri invece che dieci, ma non potevo fare altrimenti. Come l’anno scorso ho letto troppi bei libri. Alcuni non sono nemmeno entrati in questa classifica per questione di spazio penso per esempio a “Le Fiabe Immortali” di Paolo Barbieri, ai due libri di Alessia Mainardi su Argetlam o ancora ai libri di Tanith Lee della serie che inizia con “Il Signore della Notte“. Per non parlare dei due libri di fantascienza che ho letto quest’anno di Ursula Le Guin cioè “Il mondo della foresta” e “Il pianeta dell’esilio“. Mi fermo qui sennò il post diventa chilometrico. Quindi vi auguro un Felice Anno nuovo pieno di letture interessanti!